Il nonno e la bambina

La moto rossa sfrecciava.
Il suono del motore e l’odore sporco di benzina, ormai fumo grigio dietro le loro spalle. La bambina era aggrappata con una mano al sedile e con l’altra al gilè di tela, che le faceva scudo sul davanti. L’estate, nel suo periodo più bello ed intenso, regalava un paesaggio dai colori  così vivi, che lo sguardo in un battito di ciglia, avrebbe voluto catturare come in fotografia.

Il nonno e la bambina sfrecciavano lungo il litorale, mentre il mare brillante al loro fianco, giocava a nascondino tra siepi e palme della pista ciclabile. Il fresco e stuzzicante profumo di salsedine, rendeva impaziente l’arrivo alla spiaggia, alle formine con gli animali e ai castelli di sabbia.
Era la prima volta che sedeva sul sedile di dietro. Fino al giorno prima viaggiava comodamente davanti, sul pieno e robusto serbatoio del Falcone. Era un vero peccato l’essere cresciuta così tanto durante la notte, adesso non avrebbe potuto più suonare il clacson, sistemare gli specchietti e accendere lei il fanali; così pensava.

Alla bambina, piaceva molto la moto e il nonno, perché era cresciuta con loro.
Amava moltissimo anche la mamma e la nonna, ma il nonno e la moto la portavano a giocare al mare per tutto il giorno, quasi tutti i giorni; insomma tutta un’altra storia. Gli altri bambini giocavano in spiaggia con il papà e la mamma e anche a scuola erano sempre loro ad aspettarli fuori all’uscita. La piccola invece, in mezzo alla folla di giovani genitori, cercava sempre e solo, la grande mano tesa e il sorriso inconfondibile del nonno.

«Come mai viene sempre tuo nonno a prenderti?»
Le domandò un bambino un giorno.
«Perché mia mamma e la nonna sono molto impegnate!»
«E il tuo papà?»
La bambina ci pensò perplessa, nessuno le aveva mai fatto quella domanda.
«Non c’è credo, ma com’è un papà?»
Il bambino la guardò sorpreso e con aria sapiente rispose.
«Un papà è una persona importantissima! Ti tiene sempre per mano, ti dice che ti vuole bene ogni giorno,  da la buonanotte ogni sera e ti legge le favole. E’ un pò come la mamma insomma!»

Chissà perché le era venuto in mente proprio ora, nonostante la scuola fosse finita da tempo. Il bambino le aveva spiegato molto bene cosa fosse un papà però ancora non riusciva  a capire.
“Il nonno fa tutte queste cose per me, però…” disse a bassa voce, appoggiando la testa e il casco, sulla comoda schiena davanti a lei.
“Ma certo! Perché non ci ho pensato prima? Devono avergli sicuramente sbagliato il nome! Basterà cambiarlo e tutto andrà a posto no?” disse in un lampo di genio, come fosse riuscita finalmente, a colorare il disegno coi giusti colori.

«Nonno, nonno!» disse ansiosa la bambina.
«Si tesoro?» rispose con voce calda e profonda.
«Nonno, posso chiamarti papà?»

Annunci

1 Commento (+aggiungi il tuo?)

  1. YUNA
    Set 23, 2016 @ 19:55:31

    Please let me know if you’re looking for a writer for your weblog.
    You have some really good posts and I think I would be a good asset.
    If you ever want to take some of the load off, I’d love to write some content for your blog in exchange for a link back to mine.

    Please blast me an email if interested. Many thanks!

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

注意 ~ Attenzione!

Il blog e la pagina facebook di "ヒデタの世界 ~ hideta no Sekai", sono protetti ai sensi della Legge n.663 del 22/04/1941 [Protezione del diritto d'autore e di altri diritti connessi al suo esercizio] così come modificata ed integrata dalla Legge n.128 del 22/05/2004. Tutti i testi e le foto originali (salvo ove specificato) contenute nel sito sono di proprietà esclusiva dell'autore. Pertanto sono severamente vietati l'uso, la riproduzione, la trasmissione e la diffusione di qualsiasi parte ed oggetto del sito, senza il consenso scritto ed esplicito dell' autore. © 2012 Hideta no Sekai all Rights Reserved. Powered by WordPress e Hyun Joong hideta

Readers ~読んでる人

Twitter

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: