16 Settembre – “Giornata per gli Anziani”

敬老の日
Keirō no Hi

E’ dal 1947 che in Giappone si è deciso di dedicare una giornata del mese di Settembre al rispetto degli anziani. Nel 1966 il 15 Settembre viene riconosciuta come vera e propria Festa Nazionale e solo dal 2003 a oggi è stata definitivamente ufficializzata al terzo lunedì del mese. E’ una delle feste che più rispecchia e ti fa amare la cultura giapponese. Il rispetto degli anziani è uno degli aspetti della loro cultura di cui il Giappone può andare fiero al contrario del nostro, dove questa peculiarità è andata persa da diverso tempo e   sopravvive ormai, solo nel cuore di poche persone. E’ noto da sempre che la popolazione del Giappone sia una delle più longeve, e sono sempre di più gli anziani che riescono a raggiungere e superare i cento anni di età. Tutti i nonni del Sol Levante in questo terzo lunedì del mese, riceveranno la visita di figli e nipoti, che con estremo rispetto e amore vogliono ringraziarli per i consigli, i rimproveri, le risate che sono e saranno sempre per loro ricordi preziosi e dai quali trarre saggia ispirazione per il futuro. I nonni insomma vengono tenuti sempre in grande considerazione, quei vecchi saggi che ne sanno sempre una più del diavolo e che se ti sgridano anche se al momento non te ne accorgi mai, lo fanno per il tuo bene, affinchè tu possa insegnare a tua volta ai tuoi figli. Una giornata spensierata dedicata alla famiglia e accompagnata dai 饅頭 (Manjū), delle palline dolci di farina di riso e grano saraceno, ripieni da gustosa marmellata di fagioli di diverso tipo.

07 Luglio – “Tanabata”

Tanabata七夕
Tanabata

Oggi in Giappone si festeggia Tanabata, ovvero la settima notte. Il Tanabata ha origini cinesi o per meglio dire, lo ha la sua leggenda.

Essa narra che in tempi lontani lontani, una Dea di nome Orihime finì per innamorarsi di un umano Hikoboshi. Nonostante le loro origini nettamente differenti, i due si sposarono e non curanti delle conseguenze iniziarono a trascurare così anche i loro doveri. La Dea non tessette più gli abiti per gli Dei come aveva sempre fatto e l’umano trascurò i suoi raccolti e il bestiame di cui si era sempre preso cura.  L’ira del padre della ragazza fu tale da separarli con violenza in un attimo. I due non si sarebbero mai più potuti vedere, separati per sempre da quel fiume, la via lattea che il padre aveva aumentato in grandezza. Ma la Dea e il suo sposo, piansero così tanto e in modo così disperato, che il padre impietosito, acconsentì infine a concedere loro un incontro, la settima notte del settimo mese. Solo quell’unica notte quando la distanza che li separa va ad assottigliarsi.

Si dice che questa storia abbia fondamenti reali e che solo in seguito sia stata trasportata in ambientazione celeste. I due innamorati infatti in questo contensto, rappresentano due stelle del firmamento, Orihime è Vega mentre Hikoboshi, Altair. Due stelle separate dalla via lattea.

Lo riuscite a vedere il mio desiderio?

Lo riuscite a vedere il mio desiderio?

In questo periodo anche prima di Tanabata, le strade delle città vengono decorate con grandi stelle filanti colorate, si indossano gli yukata e si respira un’atmosfera allegra. La sera del 7 luglio poi, i giapponesi camminando per le strade, non possono che ammirare le bellissime e luminose lampade di carta arricchite da graziose decorazioni. L’usanza più particolare di questa bellissima notte, è quella di poter appendere i propri desideri, scritti sui 短冊 (Tanzaku) strisce di carta colorata, ai rami di bambù, il simbolo per eccellenza di Tanabata. I giovani e non solo, chiedono fortuna in amore e nello studio.

幸い、愛、元気になって来るように。
Saiwai, Ai, Genki ni natte kuru you ni.
In modo che arrivi felicità, amore e la salute.

16 Giugno – “Festa del Papà”

Chichi no Hi父の日
Chichi no Hi

Mentre nella nostra cara Italia viene festeggiata il 19 Marzo, in Giappone come in molti altri paesi, la Festa del Papà viene celebrata la terza domenica di Giugno. 父の日 dove 父 (Chichi) significa “Papà” e の日 (No Hi) “Giorno di” quindi letteralmente il “Giorno dei Papà”. Ma vediamo un po’ la Top Five giapponese dei regali più quotati e più desiderati dai papà lavoratori del Sol Levante! Sicuramente al primo posto troveremo il 酒 (Sake) e il 焼酎 (Shōchū) un distillato di orzo, patate dolci o riso. Al secondo posto, i così detti “gourmet foods”, ovvero prelibatezze di prima qualità (come potrete immaginare piuttosto costose) come ad esempio una bella confezione di squisita carne 和牛 (Wagyū) nota anche come “Manzo di Kobe” che prende appunto il nome dalla località d’allevameto.  Al terzo posto non può mancare abbigliamento ed oggetti all’ultima moda, perchè è indispensabile rimanere sempre al passo con i tempi, soprattutto in Giappone, dove possiamo trovare davvero oggetti e abbigliamento per ogni più piccola occasione ed utilità. In quarta postazione troviamo lo sport! I cari paparini potrebbero ricevere di tutto da un bel k-way ad attrezzature più “pesanti” per assicuransi il giusto equipaggiamento per i loro weekend anti-stress in città o montagna. Al quinto ed ultimo posto invece? Troviamo qualcosa di molto prezioso che i più piccini non posso proprio fare a meno di regalare, un piccolo origami con dolci messaggi di ringraziamento ed augurio. Così anche i papà più autoritari e inflessibili, non potranno fare a meno di sciogliersi come neve al sole e con della semplice carta piegata! Forse sarà il regalo meno costoso, ma sicuramente il più apprezzato.

 お父さん、いつも遅くまで働いてくれてありがとう。
体に気をつけていつまでも元気でいてね。

Otousan, itsumo osokumade hataraite kurete arigatou.
Karadani ki o tsukete itsumademo genkide ite ne.

“Papà grazie perchè per noi lavori sempre fino a tardi.
Prenditi cura di te stesso e resta sempre in salute.”

5 Maggio – “Kodomo no Hi”

子どもの日子供の日
Kodomo no Hi

Originariamente chiamata 端午の節句 (Tango no Sekku) 端午 (Tango) “Ragazzi” の節句 (No Sekku) “Festa di” ovvero “Festa dei Ragazzi”, nel 1948 il Governo, nonostante il 3 Marzo fosse 雛祭り (Hina Matsuri), festa in onore delle bambine, decise di trasformare il 5 Maggio in una Festa Nazionale dedicata alla felicità di tutti i bambini, rinominaldola così 子供の日 (Kodomo no Hi) 子供 (Kodomo) “Bambini” e の日 (No Hi) “Giorno di” letteralmente, “Giorno dei Bambini”. Una giornata speciale e molto colorata. Alcuni giorni prima infatti, le famiglie di tutto il paese che abbiano uno o più figli maschi, issano con orgoglio sul tetto di casa tramite aste di bambù, i 鯉幟 (Koinobori) 鯉 (Koi) “Carpa” 幟 (Nobori) “Bandiera” ovvero, bandiere in carta o stoffa colorata a forma di carpa. Tali bandiere, hanno dimensioni differenti a seconda dell’età dei bambini. Al primogenito infatti, spetterà la carpa più grande che sarà posizionata come prima e sotto di lei le altre più piccole dei secondo, terzogeniti e così via. In giappone alcuni giorni prima, fino al 5 di questo mese, avrete l’occasione, puntando gli occhi al cielo, di scorgere al posto di esso, un mare azzurro in cui carpe di tantissime forme, dimensioni e colori, che nuotano o meglio svolazzano, guizzando qua e la con orgoglio e vitalità. Le carpe Koi, per la loro capacità di risalita di torrenti e cascate, sono considerate tra i pesci più virtuosi. Per questo il loro ondeggiare sulle case, serve ad augurare ai piccoli, di crescere sani e forti sia fisicamente che spiritualmente nonché come augurio, per una crescita e un successo anche in ambito sociale. Oltre alle carpe, è usanza esporre una bambola di Kintarō, personaggio mitologico dotato di una forza disumana, solitamente raffigurato a cavallo di una grande carpa con in testa il Kabuto, tradizionale elmetto dei samurai. 和菓子Per questo giorno di festa, vengono preparati alcuni dolcetti tipici il 柏餅 (Kashiwa mochi), palline di riso glutinoso pestato, ripiene di marmellata di azuki (fagioli rossi) racchiuse in una foglia di quercia e i 粽団子(Chimaki dango) avvolti al contrario, in foglie di bambù. E’ credenza che mangiandoli, si diventi più intelligenti e saggi.

4 Maggio – “Midori no Hi”

みどりの日みどりの日
Midori no Hi

Una giornata dedicata all’ambiente e alla natura. Una giornata importante e ricca di significato che coinvolge tantissime persone in tutto il Giappone. Il みどりの日 (Midori no Hi) みどり (Midori) “Verde” e の日 (No Hi) “Giorno del”, significa letteralmente “La Giornata Verde”. Questa festa tempo fa, si festeggiava il 29 di Aprile, per il compleanno dell’Imperatore Shōwa, in memoria del suo noto amore per la natura. Dal 2007 il 29 di Aprile è stata introdotta al suo posto lo 昭和の日 (Shōwa no Hi) mentre la Festa del Verde, è stata posticipata alla data odierna. Una ricorrenza curiosa ma ammirevole, che coinvolge attivamente tantissimi volontari da tutto il paese. Vengono piantati tantissimi nuovi alberi, soprattutto nelle zone più bisognose di polmoni verdi e lo Stato assieme agli stessi volontari, incentiva la promozione di campagne per la sensibilizzazione pubblica, affinché si mantenga ed aumenti, la tutela ambientale. Una giornata per farci ricordare quanto sia incredibilmente bella la natura che ci circonda e quanto impegno dovremmo mettere ogni giorno, affinché venga preservata sana e forte.

Se penso alla mia infanzia, ai periodi più belli e spensierati che ho vissuto, chiudendo gli occhi, non posso fare a meno di vedere il legame intenso e indissolubile con il verde. Quelle lunghe corse a piedi o in bicicletta, nel grande prato verde dietro la vecchia casa al mare, le settimane in montagna con i miei nonni, in quella lontana casetta in montagna, le camminate nei boschi a cercare quando frutti di bosco, quando castagne, a seconda della stagione. ShowaLe balle di fieno, le spighe di grano selvatico, la frescura degli alberi nella quale mi nascondevo, dalla calura dell’estate, in compagnia di un gelato tutto sciolto. Il Midori no Hi fa riaffiorare tutti questi ricordi, tutte queste sensazioni che anche i nostri figli e le generazioni future, dovrebbero aver l’occasione di provare. Ascoltiamo la natura perché lei ascolta noi, guardiamola perché lei non smette mai di osservarci. Aiutiamola, difendiamola, preserviamola. Perché? Perché nella vita non si può solo ricevere, ma quando c’è bisogno, ed è questa l’occasione, dobbiamo anche dare!

3 Maggio – “Kenpō Kinenbi”

憲法記念日憲法記念日
Kenpō Kinenbi

Il 3 Maggio in Giappone è Festa Nazionale! E’ il 憲法記念日 (Kenpō Kinenbi) 憲法 (Kenpō) “Costituzione” e 記念日 (Kinenbi) “Giorno della Commemorazione” anche detto “Constitution Memorial Day”. E’ una giornata dedicata alla memoria, alla commemorazione della costituzione, instaurata nel 1947 dopo la Seconda Guerra Mondiale. Un giorno appartenente alla Golden Week, atto a far riflettere la popolazione, su un evento così importante e significativo della loro storia, dove tra i tanti articoli redatti, il 9 decretò la rinuncia del Giappone al parcipare o iniziare qualsiasi guerra se non espressamente attaccati.

“Art.9. – Aspirando sinceramente ad una pace internazionale fondata sulla giustizia e sull’ordine, il popolo giapponese rinunzia per sempre alla guerra, quale diritto sovrano della Nazione, ed alla minaccia o
all’uso della forza, quale mezzo per risolvere le controversie internazionali.”

Da quell’anno venne instaurato un sistema parlamentare, che cambiò nettamente la visione dell’Imperatore. Non fu più visto infatti, come figura divina ma conservò la sua indubbia importanza, ricoprendo un ruolo puramente cerimoniale. Inoltre questo, è l’unico giorno dell’anno in cui sia permesso al pubblico, l’ingresso al 国会議事堂 (Kokkai-Gijido), il Palazzo Nazionale della Dieta.

Voci precedenti più vecchie

注意 ~ Attenzione!

Il blog e la pagina facebook di "ヒデタの世界 ~ hideta no Sekai", sono protetti ai sensi della Legge n.663 del 22/04/1941 [Protezione del diritto d'autore e di altri diritti connessi al suo esercizio] così come modificata ed integrata dalla Legge n.128 del 22/05/2004. Tutti i testi e le foto originali (salvo ove specificato) contenute nel sito sono di proprietà esclusiva dell'autore. Pertanto sono severamente vietati l'uso, la riproduzione, la trasmissione e la diffusione di qualsiasi parte ed oggetto del sito, senza il consenso scritto ed esplicito dell' autore. © 2012 Hideta no Sekai all Rights Reserved. Powered by WordPress e Hyun Joong hideta

Readers ~読んでる人

Twitter

Errore: Twitter non ha risposto. Aspetta qualche minuto e aggiorna la pagina.