Dal 29 Aprile al 5 Maggio – “Goruden Wiku”

ゴールデンウィークゴールデンウィーク
Goruden Wiku

Dal 29 Aprile al 5 Maggio si apre la settimana della ゴールデンウィーク (Goldel Week) “Settimana d’Oro”.
Ma da dove arriva questo nome così curioso? E soprattutto di cosa si tratta? Dovete sapere che le leggi sulle feste nazionali del 1948 prevedevano un massimo di nove festività ufficiali che si concentravano in un’unica settimana, dalla fine di Aprile agli inizi di Maggio. Durante questo periodo le industrie, tra cui quelle cinematografiche, constatarono un considerevole aumento delle vendite, che suggerì al consigliere della Daiei Films, di ribattezzare questa settimana
“Golden Week”, ovvero il periodo con maggior numero di incassi. Sette giorni di ferie per gli instancabili lavoratori giapponesi e le loro famiglie. Giorni per viaggiare in tutto il Giappone o all’estero, per far sì che lo stress accumulato durante la loro vita frenetica, scivoli via. Un periodo davvero unico, i cui nell’aria, si respira felicità e spensieratezza. E’ primavera e la stagione delle piogge è ancora lontana. Gli Holtel sono prenotati ormai da tempo e viaggiare su treno e metro diventa un pò ingombrante. La Golden Week, il periodo dell’anno che i giapponesi aspettano con trepidazione, il periodo ricco di eventi e grandi viaggi.

29 Aprile – “Shōwa no Hi”

Shouwa no Hi昭和の日
Shōwa no Hi

Il 29 Aprile in Giappone si festeggia lo 昭和の日 (Shōwa no Hi)  昭和 (Shōwa) “periodo storico” e の日 (No Hi) letteralmente “giorno di”. E’ ovviamente una Festa Nazionale che vuole festeggiare il compleanno dell’imperatore Hiroito, dopo la sua morte ribattezzato 昭和天皇 (Shōwa Tennō)
“Imperatore Shōwa”, che governò durante l’epoca Shōwa (1926-1989). Padre dell’attuale imperatore Akihito, è stata una figura molto importante che ha sostenuto il Giappone, durante e dopo la Seconda Guerra Mondiale. 124° Imperatore del Giappone, l’ultimo considerato ufficialmente di natura divina.
Questa festa è stata istituita recentemente. Dopo la morte dell’imperatore infatti, il 29 Aprile si festeggiava il みどりの日 (Midori no Hi) “giorno del verde”, in onore della passione per la natura di Hiroito. Solo nel 2007 è stato deciso di spostare il Midori no Hi al 4 Maggio e festeggiare lo Shōwa no Hi il 29 Aprile. E’ quindi un’occasione non solo per festeggiare il compleanno dell’imperatore, ma anche un modo per i giapponesi, di riflettere su un periodo della loro storia così imporante e significativo.

08 Aprile – “Hana Matsuri o Kanbutsu-e”

Buddha花祭  ~ 灌仏会
Hana Matsuri o Kanbutsu-e

L’8 di Aprile in Giappone si festeggia il 佛诞生会 (Butsu Tanjo-e ) ovvero il “compleanno di Buddha”. Anche in questo caso non possiamo parlare di Festa Nazionale, ma di un giorno importante, riservato a coloro che credono in questa religione. Il 灌仏会 (Kanbutsu-e) che significa letteralmente “versare acqua su Buddha”, viene festeggiato durante il mese di Aprile  seppur in date diverse, in tutta l’Asia. In Giappone questa data, è stata fissata dopo la restaurazione del periodo Meiji, ovvero dopo l’aver adottato il calendario occidentale al posto di quello lunare Cinese. In questa giornata i credenti, si recano presso i templi, dove  dentro un 花御堂 (Hanamidou), un santuario ornato di fiori, è esposta una statua di Buddha ancora bambino, adagiata all’interno di una piccola bacinella di metallo contenente thè.
Un’antichissima leggenda, di cui possiamo trovare varie versioni, si narra di come due Dei Dragoni, per festeggiare la nascita del bambino, bagnarono la sua testa, facendo cadere dal cielo del dolce nettare profumato, sottoforma di pioggia. Per questo motivo è usanza durante la visita ai templi, di bere e versare sulla testa della statua, dell’acqua dolce o 甘茶 (Ama-cha)甘 (Ama) “dolce” e 茶 (Cha) “thè”, ricavato da una speciale ortensia, usando piccoli mestoli di bambù.

Aprile/Maggio – “O-Hanami”

Hanamiお花見
O-Hanami

E’ una delle più famose e tradizionali usanze giapponesi. お花見 dove お (O) viene posto come onorifico, 花 (Hana) significa “Fiore” e 見 (Mi) dal verbo 見る (Miru) guardare. (O)Hanami, letteralmente significa: “Ammirare i Fiori”. Non è una festa nazionale, ma senza dubbio, viene festeggiata da tutta la nazione! Ma a quale fiore si potrà mai dedicare così tanta attenzione? Ovviamente al 桜 (Sakura) il ciliegio, il fiore nazionale vero e proprio simbolo del Giappone. Un bellissimo nome che in Italia probabilmente, è famoso non tanto per ciò che significa, ma per la sua appartenenza alla famosa eroina, dall’omonimo nome, protagonista del manga/anime delle Clamp “Card Captor Sakura”. Questa festa non si festeggia in un unico giorno, bensì per tutta la durata della fioritura dei Cigliegi che parte dall’inizio di Aprile fino alla metà di Maggio. Vengono fatti dei seri studi sui giorni migliori, quelli di massima fioritura, in cui sia consigliabile organizzare l’Hanami. Essendo il Giappone un’isola all’ungata, il clima tra nord e sud cambia radicalmente per cui i Sakura fioriscono proggressivamente da Aprile a Maggio, da Sud a Nord. Spesso e volentieri si creano delle piccole “migrazioni” verso le zone dove i Ciliegi non siano ancora sfioriti, in modo che le persone che non ne abbiano ancora goduto, possano ammirarne la bellezza e divertirsi.
Ma in tutto questo giro di parole, cosa si fa di preciso durante l’Hanami?
Con parenti, amici o addirittura gli stessi colleghi di lavoro nonché i capi, ci si riunisce nei parchi dove si trovano i Sakura e si festeggia mangiando prelibati manicaretti, bevendo birra e sake in abbondanza. Si canta, si gioca fino a notte e la festa cambia così nome diventando 夜ノ桜 (Yozakura) “La Notte del Ciliegio”. Ma riuscirsi ad accaparrare i posti migliori all’ombra di questi deliziosi Ciliegi non è poi così facile, si creano delle accese competizioni e molte persone, si recano lì dalla mattina presto pur di assicurarsi il posto più ambito.

Forse non sono in molti a saperlo, ma anche in Italia da qualche anno, è iniziata seppur in piccolo, l’usanza di festeggiare queste tradizionali giornate giapponesi. In realtà però, dire “Italia” forse è un pò troppo futuristico, perciò è bene circoscrivere l’area ad una zona precisa del lazio: Roma. Nella nostra capitale infatti, è stata creata nella zona dell’EUR una “passeggiata tra i Ciliegi Giapponesi”. Si trova in un magnifico parco, che non solo ospita diversi Sakura che avevano stampato sui loro semi il “made in Japan”, ma anche un bel lago dove è possibile noleggiare barche o pedalò. Vicino al parco c’è anche un ristorante giapponese il  Daruma Sushi, dove è possibile prendere pietanze da asporto e consumarle tranquillamente durante il pick-nic. Se avrete l’occasione di andare, potrete passare una bellissima giornata tra fiori, buona compagnia e cibo giapponese. Sicuramente vi potrebbe anche capitare di vedere persone in Cosplay o vestiti con Yukata o Kimono, quindi quale miglior posto per potersi immergere appieno in questa tradizionale atmosfera? A tal proposito, per chi fosse interessato, segnalo al pagina Facebook ufficiale, in cui giorno per giorno vengono riportate notizie sulla fioritura con relative foto e preziose informazioni su come raggiungere il posto. Buon Hanami a tutti!

注意 ~ Attenzione!

Il blog e la pagina facebook di "ヒデタの世界 ~ hideta no Sekai", sono protetti ai sensi della Legge n.663 del 22/04/1941 [Protezione del diritto d'autore e di altri diritti connessi al suo esercizio] così come modificata ed integrata dalla Legge n.128 del 22/05/2004. Tutti i testi e le foto originali (salvo ove specificato) contenute nel sito sono di proprietà esclusiva dell'autore. Pertanto sono severamente vietati l'uso, la riproduzione, la trasmissione e la diffusione di qualsiasi parte ed oggetto del sito, senza il consenso scritto ed esplicito dell' autore. © 2012 Hideta no Sekai all Rights Reserved. Powered by WordPress e Hyun Joong hideta

Readers ~読んでる人

Twitter