5 Maggio – “Kodomo no Hi”

子どもの日子供の日
Kodomo no Hi

Originariamente chiamata 端午の節句 (Tango no Sekku) 端午 (Tango) “Ragazzi” の節句 (No Sekku) “Festa di” ovvero “Festa dei Ragazzi”, nel 1948 il Governo, nonostante il 3 Marzo fosse 雛祭り (Hina Matsuri), festa in onore delle bambine, decise di trasformare il 5 Maggio in una Festa Nazionale dedicata alla felicità di tutti i bambini, rinominaldola così 子供の日 (Kodomo no Hi) 子供 (Kodomo) “Bambini” e の日 (No Hi) “Giorno di” letteralmente, “Giorno dei Bambini”. Una giornata speciale e molto colorata. Alcuni giorni prima infatti, le famiglie di tutto il paese che abbiano uno o più figli maschi, issano con orgoglio sul tetto di casa tramite aste di bambù, i 鯉幟 (Koinobori) 鯉 (Koi) “Carpa” 幟 (Nobori) “Bandiera” ovvero, bandiere in carta o stoffa colorata a forma di carpa. Tali bandiere, hanno dimensioni differenti a seconda dell’età dei bambini. Al primogenito infatti, spetterà la carpa più grande che sarà posizionata come prima e sotto di lei le altre più piccole dei secondo, terzogeniti e così via. In giappone alcuni giorni prima, fino al 5 di questo mese, avrete l’occasione, puntando gli occhi al cielo, di scorgere al posto di esso, un mare azzurro in cui carpe di tantissime forme, dimensioni e colori, che nuotano o meglio svolazzano, guizzando qua e la con orgoglio e vitalità. Le carpe Koi, per la loro capacità di risalita di torrenti e cascate, sono considerate tra i pesci più virtuosi. Per questo il loro ondeggiare sulle case, serve ad augurare ai piccoli, di crescere sani e forti sia fisicamente che spiritualmente nonché come augurio, per una crescita e un successo anche in ambito sociale. Oltre alle carpe, è usanza esporre una bambola di Kintarō, personaggio mitologico dotato di una forza disumana, solitamente raffigurato a cavallo di una grande carpa con in testa il Kabuto, tradizionale elmetto dei samurai. 和菓子Per questo giorno di festa, vengono preparati alcuni dolcetti tipici il 柏餅 (Kashiwa mochi), palline di riso glutinoso pestato, ripiene di marmellata di azuki (fagioli rossi) racchiuse in una foglia di quercia e i 粽団子(Chimaki dango) avvolti al contrario, in foglie di bambù. E’ credenza che mangiandoli, si diventi più intelligenti e saggi.

4 Maggio – “Midori no Hi”

みどりの日みどりの日
Midori no Hi

Una giornata dedicata all’ambiente e alla natura. Una giornata importante e ricca di significato che coinvolge tantissime persone in tutto il Giappone. Il みどりの日 (Midori no Hi) みどり (Midori) “Verde” e の日 (No Hi) “Giorno del”, significa letteralmente “La Giornata Verde”. Questa festa tempo fa, si festeggiava il 29 di Aprile, per il compleanno dell’Imperatore Shōwa, in memoria del suo noto amore per la natura. Dal 2007 il 29 di Aprile è stata introdotta al suo posto lo 昭和の日 (Shōwa no Hi) mentre la Festa del Verde, è stata posticipata alla data odierna. Una ricorrenza curiosa ma ammirevole, che coinvolge attivamente tantissimi volontari da tutto il paese. Vengono piantati tantissimi nuovi alberi, soprattutto nelle zone più bisognose di polmoni verdi e lo Stato assieme agli stessi volontari, incentiva la promozione di campagne per la sensibilizzazione pubblica, affinché si mantenga ed aumenti, la tutela ambientale. Una giornata per farci ricordare quanto sia incredibilmente bella la natura che ci circonda e quanto impegno dovremmo mettere ogni giorno, affinché venga preservata sana e forte.

Se penso alla mia infanzia, ai periodi più belli e spensierati che ho vissuto, chiudendo gli occhi, non posso fare a meno di vedere il legame intenso e indissolubile con il verde. Quelle lunghe corse a piedi o in bicicletta, nel grande prato verde dietro la vecchia casa al mare, le settimane in montagna con i miei nonni, in quella lontana casetta in montagna, le camminate nei boschi a cercare quando frutti di bosco, quando castagne, a seconda della stagione. ShowaLe balle di fieno, le spighe di grano selvatico, la frescura degli alberi nella quale mi nascondevo, dalla calura dell’estate, in compagnia di un gelato tutto sciolto. Il Midori no Hi fa riaffiorare tutti questi ricordi, tutte queste sensazioni che anche i nostri figli e le generazioni future, dovrebbero aver l’occasione di provare. Ascoltiamo la natura perché lei ascolta noi, guardiamola perché lei non smette mai di osservarci. Aiutiamola, difendiamola, preserviamola. Perché? Perché nella vita non si può solo ricevere, ma quando c’è bisogno, ed è questa l’occasione, dobbiamo anche dare!

3 Maggio – “Kenpō Kinenbi”

憲法記念日憲法記念日
Kenpō Kinenbi

Il 3 Maggio in Giappone è Festa Nazionale! E’ il 憲法記念日 (Kenpō Kinenbi) 憲法 (Kenpō) “Costituzione” e 記念日 (Kinenbi) “Giorno della Commemorazione” anche detto “Constitution Memorial Day”. E’ una giornata dedicata alla memoria, alla commemorazione della costituzione, instaurata nel 1947 dopo la Seconda Guerra Mondiale. Un giorno appartenente alla Golden Week, atto a far riflettere la popolazione, su un evento così importante e significativo della loro storia, dove tra i tanti articoli redatti, il 9 decretò la rinuncia del Giappone al parcipare o iniziare qualsiasi guerra se non espressamente attaccati.

“Art.9. – Aspirando sinceramente ad una pace internazionale fondata sulla giustizia e sull’ordine, il popolo giapponese rinunzia per sempre alla guerra, quale diritto sovrano della Nazione, ed alla minaccia o
all’uso della forza, quale mezzo per risolvere le controversie internazionali.”

Da quell’anno venne instaurato un sistema parlamentare, che cambiò nettamente la visione dell’Imperatore. Non fu più visto infatti, come figura divina ma conservò la sua indubbia importanza, ricoprendo un ruolo puramente cerimoniale. Inoltre questo, è l’unico giorno dell’anno in cui sia permesso al pubblico, l’ingresso al 国会議事堂 (Kokkai-Gijido), il Palazzo Nazionale della Dieta.

Dal 29 Aprile al 5 Maggio – “Goruden Wiku”

ゴールデンウィークゴールデンウィーク
Goruden Wiku

Dal 29 Aprile al 5 Maggio si apre la settimana della ゴールデンウィーク (Goldel Week) “Settimana d’Oro”.
Ma da dove arriva questo nome così curioso? E soprattutto di cosa si tratta? Dovete sapere che le leggi sulle feste nazionali del 1948 prevedevano un massimo di nove festività ufficiali che si concentravano in un’unica settimana, dalla fine di Aprile agli inizi di Maggio. Durante questo periodo le industrie, tra cui quelle cinematografiche, constatarono un considerevole aumento delle vendite, che suggerì al consigliere della Daiei Films, di ribattezzare questa settimana
“Golden Week”, ovvero il periodo con maggior numero di incassi. Sette giorni di ferie per gli instancabili lavoratori giapponesi e le loro famiglie. Giorni per viaggiare in tutto il Giappone o all’estero, per far sì che lo stress accumulato durante la loro vita frenetica, scivoli via. Un periodo davvero unico, i cui nell’aria, si respira felicità e spensieratezza. E’ primavera e la stagione delle piogge è ancora lontana. Gli Holtel sono prenotati ormai da tempo e viaggiare su treno e metro diventa un pò ingombrante. La Golden Week, il periodo dell’anno che i giapponesi aspettano con trepidazione, il periodo ricco di eventi e grandi viaggi.

Aprile/Maggio – “O-Hanami”

Hanamiお花見
O-Hanami

E’ una delle più famose e tradizionali usanze giapponesi. お花見 dove お (O) viene posto come onorifico, 花 (Hana) significa “Fiore” e 見 (Mi) dal verbo 見る (Miru) guardare. (O)Hanami, letteralmente significa: “Ammirare i Fiori”. Non è una festa nazionale, ma senza dubbio, viene festeggiata da tutta la nazione! Ma a quale fiore si potrà mai dedicare così tanta attenzione? Ovviamente al 桜 (Sakura) il ciliegio, il fiore nazionale vero e proprio simbolo del Giappone. Un bellissimo nome che in Italia probabilmente, è famoso non tanto per ciò che significa, ma per la sua appartenenza alla famosa eroina, dall’omonimo nome, protagonista del manga/anime delle Clamp “Card Captor Sakura”. Questa festa non si festeggia in un unico giorno, bensì per tutta la durata della fioritura dei Cigliegi che parte dall’inizio di Aprile fino alla metà di Maggio. Vengono fatti dei seri studi sui giorni migliori, quelli di massima fioritura, in cui sia consigliabile organizzare l’Hanami. Essendo il Giappone un’isola all’ungata, il clima tra nord e sud cambia radicalmente per cui i Sakura fioriscono proggressivamente da Aprile a Maggio, da Sud a Nord. Spesso e volentieri si creano delle piccole “migrazioni” verso le zone dove i Ciliegi non siano ancora sfioriti, in modo che le persone che non ne abbiano ancora goduto, possano ammirarne la bellezza e divertirsi.
Ma in tutto questo giro di parole, cosa si fa di preciso durante l’Hanami?
Con parenti, amici o addirittura gli stessi colleghi di lavoro nonché i capi, ci si riunisce nei parchi dove si trovano i Sakura e si festeggia mangiando prelibati manicaretti, bevendo birra e sake in abbondanza. Si canta, si gioca fino a notte e la festa cambia così nome diventando 夜ノ桜 (Yozakura) “La Notte del Ciliegio”. Ma riuscirsi ad accaparrare i posti migliori all’ombra di questi deliziosi Ciliegi non è poi così facile, si creano delle accese competizioni e molte persone, si recano lì dalla mattina presto pur di assicurarsi il posto più ambito.

Forse non sono in molti a saperlo, ma anche in Italia da qualche anno, è iniziata seppur in piccolo, l’usanza di festeggiare queste tradizionali giornate giapponesi. In realtà però, dire “Italia” forse è un pò troppo futuristico, perciò è bene circoscrivere l’area ad una zona precisa del lazio: Roma. Nella nostra capitale infatti, è stata creata nella zona dell’EUR una “passeggiata tra i Ciliegi Giapponesi”. Si trova in un magnifico parco, che non solo ospita diversi Sakura che avevano stampato sui loro semi il “made in Japan”, ma anche un bel lago dove è possibile noleggiare barche o pedalò. Vicino al parco c’è anche un ristorante giapponese il  Daruma Sushi, dove è possibile prendere pietanze da asporto e consumarle tranquillamente durante il pick-nic. Se avrete l’occasione di andare, potrete passare una bellissima giornata tra fiori, buona compagnia e cibo giapponese. Sicuramente vi potrebbe anche capitare di vedere persone in Cosplay o vestiti con Yukata o Kimono, quindi quale miglior posto per potersi immergere appieno in questa tradizionale atmosfera? A tal proposito, per chi fosse interessato, segnalo al pagina Facebook ufficiale, in cui giorno per giorno vengono riportate notizie sulla fioritura con relative foto e preziose informazioni su come raggiungere il posto. Buon Hanami a tutti!

注意 ~ Attenzione!

Il blog e la pagina facebook di "ヒデタの世界 ~ hideta no Sekai", sono protetti ai sensi della Legge n.663 del 22/04/1941 [Protezione del diritto d'autore e di altri diritti connessi al suo esercizio] così come modificata ed integrata dalla Legge n.128 del 22/05/2004. Tutti i testi e le foto originali (salvo ove specificato) contenute nel sito sono di proprietà esclusiva dell'autore. Pertanto sono severamente vietati l'uso, la riproduzione, la trasmissione e la diffusione di qualsiasi parte ed oggetto del sito, senza il consenso scritto ed esplicito dell' autore. © 2012 Hideta no Sekai all Rights Reserved. Powered by WordPress e Hyun Joong hideta

Readers ~読んでる人

Twitter

Errore: Twitter non ha risposto. Aspetta qualche minuto e aggiorna la pagina.